Il Miur attraverso il suo sito “Research Italy – The portal of italian research” ha citato nelle sue news l’attività ISASI CNR relativa ad un approccio “quantistico” per misurare e prevedere la diffusione dell’innovazione tecnologica

E’ possibile misurare la probabilità di successo, la durata e l’evoluzione temporale dell’impatto e popolarità di una innovazione scientifica? L’idea base [1] è di utilizzare un approccio matematico basato su una “master equation” simile a quella utilizzata per descrivere transizioni quantistiche. Il modello è in grado di descrivere l’evoluzione temporale dello sviluppo di una nuova tecnologia in condizioni che possono essere associate ai vari parametri di mercato e al potenziale impatto socio-economico dell’innovazione scientifica.

[1] Rate equation leading to hype-type evolution curves: A mathematical approach in view of analysing technology development, Paolo Silvestrini, Umberto Amato, Antonio Vettoliere, Stefano Silvestrini, and Berardo Ruggiero, Technological Forecasting & Social Change 116 (2017) pp. 1–12​​​​​​​