Nasce il nuovo Istituto di scienze applicate e sistemi intelligenti CNR

E’ stato recentemente costituito il nuovo istituto di scienze applicate e sistemi intelligenti (Isasi-Cnr). Il rinnovato istituto, trae origine dall’Istituto di cibernetica (fondato nel 1968 dal fisico Eduardo Caianiello). Il nuovo istituto, diretto da Pietro Ferraro, ha cambiato infatti la denominazione e la missione grazie alle nuove linee strategiche approvate dal CNR.

L’istituto ha l’ambizione di sviluppare e mettere in pratica un ambiente cooperativo forte in grado di sostenere l’eccellenza attraverso un arricchimento reciproco tra diverse discipline come le scienze fisiche, scienze della vita, ingegneria e l’intelligenza artificiale nel moderno scenario della “convergenza delle scienze” che va oltre i confini delle singole discipline.

L’Istituto scienze applicate e sistemi intelligenti (Isasi-Cnr) ha anche un nuovo logo rappresentato da una scritta stilizzata “ScienceAPP”. Esso vuole rappresentare da un lato il carattere interdisciplinare delle ricerche nelle diverse scienze di base senza trascurare però le implicazioni applicative nei settori tecnologici più avanzati: aerospazio, biotecnologie, beni culturali e fabbriche intelligenti.

In particolare, le principali tematiche di ricerca sono state denominate: “Mapping matter & physical space”, “At the boundary of the matter”, “Inspired by Nature”, “Nano-Tooling” e “Computational intelligence and Neuroscience”. Le tematiche sono trasversali e ognuna è rivolta a più ambiti applicativi.

Dettagli sull’attività di ricerca, le tematiche svolte e la missione dell’istituto, possono essere facilmente consultabili sul nuovo sito (in continua fase di aggiornamento) all’indirizzo http://www.isasi.cnr.it/.