Nanoparticelle con codifica ottica per il bioimaging

Nanoparticelle con codifica ottica per il bioimaging

Descrizione dell’attività di ricerca

Le sonde luminescenti per l’imaging realizzate in silicio nanostrutturo hanno recentemente guadagnato molta attenzione come alternativa biocompatibile e biodegradabile ai convenzionali nanocristalli a base di metalli pesanti (ad es. cadmio o piombo). Data la natura indiretta del bandgap del silicio, i nanocristalli di silicio hanno un lungo tempo di vita medio della luminescenza (decine di ÎĽs), caratteristica che li rende inclini al loro uso nell’imaging a luminescenza dipendente dal tempo. In particolare, le nanoparticelle di silicio poroso (PSiNPs) fabbricate mediante attacco elettrochimico sono agenti fotoluminescenti non tossici il cui potenziale per applicazioni in vitro e in vivo è stato ampiamente descritto.
In un recente lavoro, abbiamo dimostrato l’uso delle nanoparticelle di silicio poroso funzionalizzate con un polimero come sonde luminescenti label-free per il time-gated fluorescence imaging nell’organismo Hydra vulgaris.

Personale coinvolto

I. Rea | L. De Stefano | C. Schiattarella | G. Chianese | C. Tortiglione | A. Tino

Collaborazioni Nazionali ed Internazionali

  • UniversitĂ  di Naples “Federico II” (Department of Physics “E. Pancini”)
  • UniversitĂ  di Tours/CNRS (Greman UMR 7347, INSA-CVL)

Attrezzature/strumentazioni

Laboratorio di nanomateriali funzionali e interfacce
Laboratorio di caratterizzazione ottica e biosensori